Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cambio cognome e/o nome

 

Cambio cognome e/o nome

Qualsiasi cittadino che intenda cambiare o modificare il proprio nome e/o cognome deve essere autorizzato dal Prefetto del luogo di residenza o del luogo dove è trascritto il proprio atto di nascita.
Le richieste devono rivestire carattere eccezionale, devono essere motivate e documentate.

La procedura può essere svolta tramite il Consolato Generale. Per i minorenni l'istanza può essere presentata da ambedue i genitori.

Di seguito la documentazione da presentare in Consolato (o direttamente alla Prefettura):

- Domanda in bollo da Euro 16,00 ( nel caso di presentazione documentazione al Consolato i 16 euro in contanti verranno versati al Consolato come da tariffa consolare):
Modello A (cambio cognome) e/o Modello B (cambio nome) per maggiorenni
Modello C (cambio cognome) e/o Modello D (cambio nome) per minorenni

- Dichiarazione sostitutiva di certificazione sottoscritta dal richiedente attestante il luogo e la data di nascita, la residenza, lo stato di famiglia e la cittadinanza ovvero i relativi certificati (scarica modello di autocertificazione maggiorenni)

- Eventuale documentazione a corredo dell'istanza

- Fotocopia di un documento d’identità

- Dichiarazione di assenso cambiamento/aggiunta/abbandono cognome) degli eventuali cointeressati, accompagnata dalla fotocopia di un documento di identità degli stessi

Se la richiesta sarà ritenuta meritevole di accoglimento, il richiedente (residente in questa Circoscrizione consolare) sarà autorizzato, con decreto del prefetto, a far affiggere per trenta giorni all'albo del Consolato Generale il sunto della domanda dietro pagamento di 16 euro come tariffa consolare (imposta di bollo).

Chiunque ritenga di averne interesse può proporre opposizione.

Trascorso il termine di trenta giorni senza opposizione, il richiedente presenterà alla Prefettura competente copia dell'avviso con la relazione attestante l'eseguita affissione e la durata, rilasciata dal Consolato.

Il Prefetto accertata la regolarità delle affissioni provvederà ad emanare il decreto di autorizzazione al cambio del nome e/o cognome. Per ciascuna copia del decreto bisognerà pagare l'imposta di bollo di Euro 16 (nel caso di notifica del decreto da parte del Consolato l’imposta di bollo è versata in contanti al Consolato).

Sarà cura del richiedente provvedere a far annotare sul proprio atto di nascita (contattando il Comune italiano) il decreto che autorizza il cambio cognome.

Per informazioni: statocivile.nizza@esteri.it


211